Questo sito utilizza i cookie per una migliore esperienza di navigazione

  • Home

LINEE GUIDA IN ETA’ PEDIATRICA: diffusione e valutazione critica tra pari di alcune recenti linee guida

SCHEDA DI PROGETTAZIONE INTERVENTO FORMAZIONE

LINEE  GUIDA  IN ETA’  PEDIATRICA: diffusione e valutazione critica tra pari di alcune recenti linee guida

  RESPONSABILE DI PROGETTO 

Mirco Grugnetti – PLS AV2  3476513304  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  RESPONSABILE SCIENTIFICO  

Gabriele Garbuglia ­– PLS AV2 337654222 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 PRESENTAZIONE DELL’INIZIATIVA FORMATIVA PROPOSTA

Le linee guida rappresentano uno strumento che consente un rapido trasferimento delle conoscenze, elaborate dalla ricerca biomedica, nella pratica clinica quotidiana. Si tratta di raccomandazioni di comportamento, messe a punto mediante un processo di revisione sistematica della letteratura e delle opinioni di esperti, che possono essere utilizzate come strumento per medici e amministratori sanitari per migliorare la qualità dell’assistenza e razionalizzare l’utilizzo delle risorse.

Le decisioni cliniche sul singolo paziente richiedono l ’applicazione delle raccomandazioni, fondate sulle migliori prove scientifiche, alla luce dell’esperienza clinica del singolo medico e di tutte le circostanze di contesto. Le linee guida rappresentano una sintesi delle migliori conoscenze disponibili e possono essere uno strumento di aggiornamento e formazione per il medico. Spetta dunque alla competenza e all’esperienza del singolo professionista decidere in che misura i comportamenti raccomandati, pur rispondendo a standard qualitativi definiti sulla base delle  più aggiornate prove scientifiche, si applichino al caso clinico particolare. Dal momento che sono frutto di una elaborazione di un team di esperti spesso anche a carattere multidisciplinare e sulla base di bisogni reali hanno anche il pregio di essere un ideale strumento di formazione  tra pari.

Lo scopo dell’evento è dunque quella di offrire una opportunità di confronto magari critico al fine di calare le linee guida più attuali e su temi ad alto impatto per le decisioni cliniche nel contesto  reale e  quotidiano di ciascun professionista e attraverso la loro condivisione egli potrà sentirsi protagonista nel  migliorare collettivamente e complessivamente la qualità assistenziale.

La modalità attraverso la quale si è voluto innescare questo processo è lo stile vicendevole tra gruppi di pari, in tal senso si sono preliminarmente costituiti dei piccoli gruppi di professionisti, ciascuno di loro ha approfondito una linea guida specifica da cui elaborare una sintesi critica da  presentare  il giorno del presente evento formativo, attraverso un relatore, lasciando un ulteriore spazio per la discussione e condivisione da parte di tutti i partecipanti.

Dopo una attenta esamina sono stati prescelti i seguenti argomenti e i relativi testi “base” di riferimento

·       Gastro-oesophageal reflux disease: recognition, diagnosis and management in children and young people NICE guideline  2015

·       Linee guida italiane per la gestione delle linfoadenopatie della testa e del collo in età pediatrica  2015

·       Clinical Pratice Guideline: the diagnosis, management and prevention of bronchiolits American Accademy of Pediatrics 2015

·       British Thoracic Society Guidelines for the management of community acquired pneumonia in children: update 2011

·       Programma nazionale italiano per linee guida (PNLG): appropriatezza clinica e organizzativa degli interventi di tonsillectomia e/o adenoidectomia   Linee guida italiane per la gestione della faringotonsillite in età pediatrica sintesi e commento

·       NICE  Obesity: identification, assessement and management of overweight and obesity in children, young people and adult 2014

 

 OBIETTIVO GENERALE

Favorire l’integrazione professionale tra colleghi per migliorare la qualità assistenziale operando le migliori decisioni cliniche nella loro specifica realtà lavorativa attraverso  lo strumento e la condivisione critica di alcune  Linee Guida tra le più attuali e ad alto impatto.

 OBIETTIVI SPECIFICI

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

1.     Migliorare i comportamenti decisionali sulla base delle evidenze scientifiche – linee guida

2.      Valutare quali siano in termini di appropriatezza e fattibilità le raccomandazioni esposte  nelle linee guida

SCOPO PREVALENTE

si

Accrescere conoscenze teoriche                              

 

                       

 

 

 

 

Fornire abilità pratiche

 

 

 

 

si

Stimolare comportamenti/aspetti relazionali

 

 

 

 

 

Elaborare prodotti/progetti

 

  

TIPO DI VALUTAZIONE

 

 

Report/Project work   

 

 

si

Questionario

 

 

 

Prova scritta

 

 

 

Prova pratica

 

 

 

Prova orale/colloquio

 

 

TIPOLOGIA DEL CORSO

 

si

PFA (Progetto Formativo Aziendale)

o     

Attività didattica rivolta al personale  di:

  • Asur

X tutta l’Area Vasta 2

  • Area Vasta 2 solo sede locale di _______________

 

EFR (Evento Formativo Residenziale)

          Attività didattica aperta anche a personale esterno all’ASUR

 

 TIPOLOGIA FORMATIVA

 

X

Formazione Residenziale

o     

(didattica frontale/magistrale, unidirezionale)

 

Formazione Residenziale Interattiva  

          (didattica interattiva docente/discenti, max 25  partecipanti)

 

Formazione sul campo

o     

(stage, affiancamento, attività di miglioramento, ecc)

 

Formazione Mista (Blended)  

            

DESTINATARI TOTALI

 

 

NUMERO DEI PARTECIPANTI

PROFESSIONI

 

 

 

60

Pediatri

 

totale

60

 

 

 

NUMERO ORE DI DIDATTICA E NUMERO DI  EDIZIONI

 

NUMERO ORE PER EDIZIONE

NUMERO EDIZIONI

NUM. GIORNATE (per singola edizione)

 
   

7

1

1

 

N.

PARTECIPANTI PER EDIZIONE              

 

 

 

METODOLOGIA DIDATTICA

 

si

Lezione frontale                                

 

 

 

Presentazione e/o discussione di casi

 

 

 

Dimostrazione e/o esecuzione attività pratiche (esercitazioni)

 

 

 

Lavori di Gruppo

 

 

 

Role Playing (simulazioni)

 

 

 

Tavola Rotonda

 

 

 

Stage/training/affiancamento

 

 

 

Altro

 

  

DATE EDIZIONI o GIORNATE FORMATIVE

 

30 settembre 2015

  

PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL CORSO

 

ORARIO

DOCENTE/

SOSTITUTO

TITOLO RELAZIONE

METODOLOGIA DIDATTICA

9-9,30

GARBUGLIA G.

 

Grugnetti M.

Linee guida: cosa sono e quale utilizzo

Lezione frontale

9,30-10,30

GARBUGLIA

 

Migliori C.

Obesity: identification, assessement and management of overweight and obesity in children, young people and adult

Lezione frontale confronto/dibattito

10,30-11,30

GRUGNETTI M.

 

Cristofanelli P.

Gestione delle linfoadenopatie della testa e del collo in età pediatrica

Lezione frontale confronto/dibattito

11,30-12,30

COSTARELLI C.

 

Grugnetti M.

 

Gastro-oesophageal reflux disease: recognition, diagnosis and management in children and young people

Lezione frontale confronto/dibattito

14,30-15.30

MIGLIORI

 

Garbuglia G.

Appropriatezza clinica e organizzativa degli interventi di tonsillectomia e/o adenoidectomia

Lezione frontale confronto/dibattito

15,30-16,30

BUGLIA R.

 

Martiri G.

Diagnosis, management and prevention of bronchiolits  American Accademy of Pediatrics

Lezione frontale confronto/dibattito

16.30-17,30

GUERRIERI A.

 

Martiri G.

Management of community acquired pneumonia in children

Lezione frontale confronto/dibattito

17,30-18,00

 

Prova finale e ritiro modulistica ECM

 

 

SEDE 

 

Jesi Centro Formazione Ospedale Carlo Urbani

  

COSTO A PREVENTIVO

 

ALLEGATI NECESSARI

 

  • Curriculum del Responsabile Scientifico del Corso/Progetto;
  • Curriculum del docente/i;
  • Curriculum del tutor;
  • Questionario di valutazione finale o descrizione della prova se diversa dal questionario o descrizione del project work (risultato atteso)

 

NB: Per i corsi/progetti da accreditare sul sistema ECM è necessario che il Responsabile di Progetto richieda all’Ufficio Formazione la modulistica  relativa alla valutazione di gradimento dell’iniziativa formativa e dei docenti che dovrà essere compilata da ogni singolo discente e riconsegnata al termine dell’iniziativa


RIEPILOGO

 

Responsabile Scientifico:

Dr. Gabriele Garbuglia PLS AV2

 

Responsabile di Progetto:

Dr. Mirco Grugnetti – PLS AV2